ILLEGITTIMITA' ESPROPRIAZIONE PER INCOMPETENZA AMMINISTRAZIONE

A.N.P.T.ES. 
Associazione Nazionale Per la Tutela degli Espropriati

Questa è una delle Schede informative da noi predisposte a difesa degli espropriati.

Per esaminare tutte le Schede del Sito clicca qui: INDICE GENERALE - HOME

Per esaminare le altre Schede di questa Sezione clicca qui:  A.6 Illegittimità nella procedura

2 - REGOLE GENERALI SULLA COMPETENZA

SI VIOLA LA LEGGE QUANDO:

a) Gli  atti del procedimento espropriativo sono emanati  da parte di un’autorità non competente alla realizzazione dell’opera pubblica o di pubblica utilità. 

b) Non è  individuato ed organizzato da parte dell’Amministrazione l’ufficio per le espropriazioni, (né i relativi poteri sono stati attribuiti ad un ufficio già esistente).

c) Non è stato preposto all’ufficio per le espropriazioni un dirigente o, in sua mancanza, il dipendente con la qualifica più elevata.

d) L’opera pubblica o di pubblica utilità va realizzata da un concessionario o contraente generale e l’Amministrazione delega, in tutto o in parte, l'esercizio dei propri poteri espropriativi senza determinare chiaramente l'ambito della delega nella concessione o nell'atto di affidamento. 

e) Nella stessa ipotesi di cui al punto precedente, se gli estremi della delega non sono specificati in ogni atto del procedimento espropriativo.

f) Quando i soggetti privati cui sono attribuiti per legge o per delega i poteri espropriativi si avvalgono impropriamente, fuori dei limiti consentiti, di società controllate o di società di servizi. 

SI RICORDI. Quelle qui elencate sono le norme italiane che, quando sono in contrasto con le norme CEDU, devono essere disapplicate; vengono qui riportate per completezza espositiva. Le norme CEDU sono illustrate (sinteticamente per gli espropriati e per esteso per i professionisti) nelle altre sezioni del Sito.